Multivisione



Homo Faber
Ogni uomo impegna la sua laboriosità quotidiana per trasformare la sua realtà nella speranza di un futuro migliore per se e per le persone a lui care. Questa azione del singolo viene amplificata dalla moltitudine, un'amplificazione che stravolge tutto e tutti. In alcune zone della terra questo fenomeno è più concentrato che altrove. Marghera ed il suo porto è una di queste zone.

Onorevole fatica
La visione di una mostra "Un dramma avvolto di splendori. Uomini e donne al lavoro nella pittura di Millet" ed un viaggio nel mondo arcaico dell'Etiopia contemporanea sono il pretesto per una riflessione sul concetto di fatica lavorativa nella nostra società "evoluta".
Babbuino a chi?
In una Africa dalle montagne imponenti, aggrappati su dirupi spaventosi, immuni da vertigini vivono i Babbuini Gelada una specie straordinaria dove il maschio pavoneggia una folta criniera simile ad un leone e la femmina trasporta sulla schiena i piccoli con una disinvoltura incredibile. Rimango ore ad osservarli spulciarsi amorevolmente, cibarsi selezionando con estrema cura e precisione minuscole radici con mani simile alle mie.
Sanctam Crucem
Un viaggio nell’Etiopia, conclave cristiana nell’Africa orientale. La croce onnipresente, i maqdas dipinti straordinari custoditi nelle sancta sanctorum di monasteri che non hanno uguali al mondo per ubicazione ed architettura. Avvolto nelle celebrazioni, immerso in una intima preghiera dal significato universale, qualcosa di profondo ha fatto breccia nella mia coscienza di turista.
Good Moorning Etiopia
Nell’immaginario collettivo occidentale c’è un’Africa stereotipata, dagli immensi spazi e dalla fauna esotica abitata da tribù. L’Etiopia di oggi, ha iniziato a sgretolare quest’idea d’Africa. La sua quotidiana marcia verso la modernità è artefice del profondo cambiamento che l’intero continente africano sta vivendo.
Venexia
C'è una pelle di pietra sulla superficie dei suoi palazzi e dei suoi monumenti. Immaginiamo la sua giovinezza, l'età matura ed i segni della lunga senilità. Esaltati per la sua grandezza e bellezza ,a volte tristi per le tante ferite aperte, accarezziamo innamorati e delicati la  Serenissima Signora.  

Il Parco
Enormi condomini assediano un minuscolo Regno che protegge una manciata di scarni alberi, un piccolo laghetto, qualche giostra logorata dal tempo. Tutti percorrono frettolosamente i suoi minuscoli sentieri. Potrebbero fermasi, sedersi un minuto, scambiarsi un saluto ma nessuno lo fa, convinti che la felicità sia altrove. 



Sublimis
Oggi m’incammino verso le alte cime, accarezzando l'aria rarefatta, accecandomi nel candore delle nevi e dei ghiacci, confondendomi tra le bianche nuvole. Brevi instanti di solitudine pervasi dall’esile melodia del Sublimis.


Inno alla Dea Madre
Ogni viaggio regala un dono. Nel sud della Norvegia, nella sua vastità, nell'essenza rarefatta del paesaggio ho ritrovato il senso della preghiera. Un'adorazione primordiale, non legata a nessun Dio ma a quell'intima e naturale consapevolezza di essere un tutt'uno con la Dea Madre Terra.




Noi non ci saremo
Quale futuro per la natura? L'Uomo diventerà una leggenda?Domande attuali senza risposta. Esorcizzare la paura contemplando la bellezza di un minuscolo insetto, immerso nei colori, oppure frequentare luoghi grigi e degradati alla ricerca di un debole segnale vitale. Oggi bisogna firmare la Pace, per non estinguere la speranza e continuare a viaggiare nella Vita.